Mangimi per pesci

Quali mangimi per pesci scegliere? In commercio c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i mangimi destinati ai pesci in acquario. Questo articolo vuole essere una guida che vi porti a scegliere quale sia il più adatto alle vostre esigenze, ai vostri pesci e alle diverse situazioni. In ogni caso, rispetto ad una volta, al giorno d’oggi è facile trovare i mangimi per pesci in acquario in commercio nei negozi fisici o in quelli su internet.

Mangimi per pesci della Tetra
Mangimi per pesci della Tetra

L’evoluzione dei mangimi ha fatto passi in avanti incredibili: dai primi mangimi secchi prodotti appositamente per i pesci da acquario, ai mangimi da liofilizzati, a quelli surgelati, tutto per evitare il mangime vivo.

I mangimi per pesci secchi

I mangimi secchi sono i più diffusi in assoluto ma anche i più comodi da utilizzare. Si tratta di alimenti essiccati e disidratati, pensati e realizzati appositamente per diversi tipi di pesci. Le innovazioni nel campo dei mangimi secchi hanno ridotto di parecchio l’inquinamento provocato da questo tipo di mangimi e hanno cercato di aumentare l’appetibilità di questo tipo di mangimi per i pesci.

La missione è riuscita solo in parte però: infatti, se oggi sono la parte più importante nell’alimentazione dei pesci tropicali di acqua dolce, non trovano il gradimento per la maggior parte dei pesci che risiedono negli acquari marini. Ecco i diversi tipi di mangimi secchi:

  • Secchi semplici: sono composti da piccoli crostacei essiccati e dalle famose pulci di acqua. Di solito si trovano in confezioni di plastica con tappo a vite. In acqua galleggiano a lungo per permettere ai pesci di mangiarlo. Si tratta di un mangime totalmente naturale. Subendo solo il processo di essiccamento, è il mangime più economico anche se il suo apporto nutritivo è alquanto limitato.
  • Secchi composti in scaglie: hanno una composizione molto diversa dai precedenti ma molto più ricca. I composti variano e i più utilizzati sono cereali, grassi, alghe e farina di pesce, il tutto finemente triturato per ottenere un alimento abbastanza completo. In acqua galleggiano ma molto meno rispetto ai mangimi secchi semplici. Questo tipo di mangimi costituisce una dieta completa per i pesci onnivori ed erbivori ma solo una integrazione per i pesci carnivori.
  • Secchi composti granulati: rispetto ai precedenti, affondano molto più velocemente per la loro forma in grani. La composizione è bene o male la stessa dei precedenti, anche se contengono in genere una maggiore quantità di acidi grassi. Sono graditi ad una grande varietà di pesci.
  • Secchi pellettati: destinati ai pesci un po’ più grandi, in acqua affondano rapidamente per la loro forma compatta. Si tratta di un mangime abbastanza economico per sfamare i pesci di dimensioni medio grandi ma non sempre sono un mangime completo.
  • Secchi composti in compresse: questo tipo di mangime è pensato per i pesci da fondale in quanto affonda rapidamente. La composizione può essere molto varia a seconda dei pesci da sfamare.

I mangimi per pesci micro incapsulati

I mangimi micro incapsulati sono preparati con le tecnologie più innovative ma non hanno riscosso un grande successo tra i possessori di acquari. Restano a lungo in acqua senza disgregarsi grazie alla loro composizione, permettendo ai pesci di nutrirsi gradualmente. Ottimi per gli avannotti, mentre i pesci più grandi spesso non li riconoscono come cibo.

I mangimi surgelati

I mangimi surgelati nascono come prima alternativa al cibo fresco e vivo. Molto semplice da conservare in casa, vanno scongelati prima di somministrarli ai pesci dell’acquario. Questo tipo di mangimi viene usato soprattutto per gli acquari marini, anche se di recente la tendenza vuole che i loro uso negli acquari di acqua dolce sia in costante aumento.

Esempi di mangimi per pesci disponibili in commercio:

[naaa asin=”B00965GXT2, B000XAC9R4, B000XACA8W”]

Altri articoli sugli animali che ti potrebbero interessare: